Fasti Online Home | Switch To Fasti Archaeological Conservation | Survey
logo

Excavation

  • Bertana
  • Taneto
  • Tannetum
  • Italy
  • Emilia-Romagna
  • Provincia di Reggio Emilia
  • Gattatico

Tools

Credits

  • The Italian Database is the result of a collaboration between:

    MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Archeologici),

    ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) and

    AIAC (Associazione Internazionale di Archeologia Classica).

  • AIAC_logo logo

Summary (Italian)

  • Le ricerche del 2019 hanno interessato cinque aree. La prima (comune di Gattatico, lungo la ferrovia Milano-Bologna), aveva rivelato la presenza in ricognizione di abbondante materiale celtico. Questo dato, in associazione alle strutture in mattoni crudi rinvenute nelle precedenti due campagne di scavo aveva portato alla proposta di identificare questo sito come il villaggio boico di Tannetum ricordato dalle fonti. Gli scavi già condotti avevano tuttavia rivelato come le arature profonde degli anni settanta del Novecento avessero, in gran parte, sconvolto le strutture e, nonostante incoraggianti dati dalle indagini geofisiche, anche lo scavo 2019 ha confermato il dato: si sono rinvenute due us lineari di colore chiaro da interpretare ipoteticamente come fondazioni di muri in mattoni crudi. Tuttavia nel suolo arativo, oltre a ceramica celtica e ad alcuni elementi bronzei, si sono riscontrati rinvenimenti monetali romani che testimoniano una frequentazione del sito molto più prolungata di quanto prima postulato.

    Il secondo sondaggio ha invece interessato un’area posta nel comune di Sant’Ilario d’Enza, immediatamente a nord della stazione ferroviaria. Qui si era già indagata una piccola porzione di strada finemente ciottolata di età romana larga oltre 4 m e recante le tracce del passaggio dei carri. La campagna 2019 ha indagato l’area con maggiore estensione e si è potuto constatare un altro dato importante dal punto di vista topografico: nel limite settentrionale dello scavo sulla direttrice N-S già individuata sembra immettersi una seconda strada ciottolata che ha direzione NW-SE, purtroppo l’area è compromessa dallo scavo di un canale in epoca medievale. Infine si è continuata l’indagine presso il fortilizio noto come “Castellazzo”(Gattatico). Si sta analizzando stratigraficamente una delle torri della struttura e già dal 2018 si era proceduto ad asportare un profondo strato di colore scuro riconducibile alle fasi di distruzione del castello. Nello scavo di quest’anno si sono confermati i dati della scorsa campagna, con il ritrovamento di 4 ulteriori monete dell’Imperatore Ottone III e altro materiale (elementi riconducibili ad armi, ceramica, fusaiole) riferibile alla medesima cronologia, confermando così i dati già raccolti. La presente campagna ha portato al recupero anche tre pedine intere (o reintegrabili) da riferire al gioco della dama o del backgammon. Si sono operati anche due nuovi sondaggi in comune di Sant’Ilario, il primo, posto immediatamente a sud della stazione ferroviaria, ha portato solamente alla scoperta di una struttura di età moderna, ma l’area sembra in gran parte compromessa dalla creazione di una industria conserviera. Il secondo sondaggio è invece stato condotto nella porzione orientale del paese di Sant’Ilario, nel Parco Allende. Qui analisi geomagnetiche avevano rivelato alcune anomalie che la verifica archeologica ha dimostrato essere riconducibili ad una realtà archeologica. Si tratta di una US composta da piccoli ciottoli, ghiaia e rari frammenti laterizi romani che occupa pressoché l’intera dimensione del sondaggio. Essa ha restituito una cospicua quantità di materiali che ne testimoniano una lunga frequentazione. Nell’angolo sud-orientale sembra essersi identificato un limite e parrebbe quindi trattarsi di una strada glareata orientata E-W, verosimilmente riconducibile alla centuriazione di questo territorio.

  • P. Storchi-Sapienza Università di Roma  

Director

  • J. Carlsen- Syddansk Universitet di Odense
  • L. Migliorati- Sapienza Università di Roma

Team

  • L. Schiellerup Bager – Syddansk Universitet Odense
  • M. Kjær Hæstrup – Syddansk Universitet Odense
  • P. Storchi- Sapienza Università di Roma
  • A. Colagrande – Sapienza Università di Roma
  • A. Pansini- Sapienza Università di Roma
  • C. Foschi –Sapienza Università di Roma
  • G. Carosi – Sapienza Università di Roma
  • I. Trivelloni – Università di Losanna/Sapienza Università di Roma
  • J. Schwarz-Nielsen – Università di Copenaghen
  • L. Contrafatto - Sapienza Università di Roma
  • M. Montermini – Sapienza Università di Roma
  • M. Camorani – G.S.T. snc

Research Body

  • Sapienza Università di Roma
  • Syddansk Universitet di Odense

Funding Body

  • Agriturismo Arco Antico, Taneto (RE)
  • Associazione Culturale Tannetum
  • Associazione Tannetum
  • Autocarrozzeria Capelli (RE)
  • Clevertech s.r.l./Giuseppe Reggiani, Cadelbosco Sopra (RE)
  • Comune di Gattatico
  • Comune di S. Ilario d’Enza
  • Crowdfunding popolare
  • GST snc servizi topografici di Marco Camorani
  • Gruppo Storico Archeologico val d’Enza
  • Italsughero/Fratelli Correggi, Montecchio (RE)
  • Mondo Verde, Garden Center Taneto (RE) –fam. Salati-
  • Ra. Ga. Ricerca Archeologica Geofisica Applicata

Images

  • No files have been added yet