Fasti Online Home | Switch To Fasti Archaeological Conservation | Survey
logo

Excavation

  • Bertana
  • Taneto
  • Tannetum
  • Italy
  • Emilia-Romagna
  • Provincia di Reggio Emilia
  • Gattatico

Tools

Credits

  • The Italian Database is the result of a collaboration between:

    MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Archeologici),

    ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) and

    AIAC (Associazione Internazionale di Archeologia Classica).

  • AIAC_logo logo

Summary (Italian)

  • Le ricerche del 2021 sono consistite in due sondaggi entrambi ubicati nel Comune di Gattatico (RE).
    Il primo saggio è stato aperto nell’ambito del Parco della Bertana a Taneto. Si tratta di una delle poche aree ancora indagabili di quel comprensorio, a cavallo dell’attuale via Manfredi, dove studiosi Ottocenteschi e ancora il maestro W. Bernardi negli anni sessanta del Novecento, attestavano la presenza di resti di abitazioni di età romana. L’indagine stratigrafica è stata preceduta da una ricerca geomagnetica che ha attestato la presenza di due anomalie lineari orientate SW-NE. Lo scavo ha rivelato che le due anomalie corrispondevano a un ampio canale (nel cui riempimento di è rinvenuto un asse repubblicano tagliato a metà) e a un muretto in mattoni crudi che tagliavano una US ricca, in particolare, di ceramica a vernice nera e frammenti di incannucciato. Tale US colmava le irregolarità del fondo della stratigrafia corrispondenti ad un antico alveo dell’Enza a rami intrecciati.

    Un secondo sondaggio è invece stato condotto presso il Castellazzo, il fortilizio altomedievale che la missione scava dal 2017. Qui si è indagata un’area esterna alla struttura, in direzione del torrente Enza. A pochi centimetri di profondità è qui emersa una sistemazione di ciottoli che abbiamo proposto di interpretare come una strada medievale e alcuni suoi rifacimenti. Difatti, come di evince da fotografie aeree storiche, la traccia corrispondente a questa infrastruttura verso nord prosegue ben oltre i limiti del fortilizio e a sud sembra puntare alla porta del castello. Purtroppo i lavori agricoli hanno, in parte, compromesso il record stratigrafico.

    I risultati della presente campagna sono stati dunque particolarmente interessanti: per la prima volta abbiamo trovato testimonianza del periodo Repubblicano nell’areale dell’antica Tannetum, inoltre si è rinvenuta una interessante infrastruttura utile a comprendere meglio il paesaggio medievale nei pressi dell’Enza nel primo Medioevo.

  • P. Storchi, Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali 
  • L. Migliorati, Sapienza Università di Roma 
  • A. Colagrande, Università di Trento 
  • L. Contrafatto, Sapienza Università di Roma 

Director

  • L. Migliorati, Sapienza Università di Roma

Team

  • A. Durante, Sapienza Università di Roma
  • L. Restelli, Sapienza Università di Roma
  • M. E. Amadasi, Sapienza Università di Roma
  • M. Kjær Hæstrup, Syddansk Universitet Odense
  • V. Colagrossi, Sapienza Università di Roma
  • P. Storchi, Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali
  • A. Colagrande, Università di Trento
  • L. Contrafatto, Sapienza Università di Roma
  • A. Pansini, Sapienza Università di Roma
  • M. Camorani, G.S.T. snc

Research Body

  • Sapienza Università di Roma
  • Syddansk Universitet di Odense

Funding Body

  • Associazione Culturale Tannetum
  • Autocarrozzeria Capelli (RE)
  • Clevertech s.r.l./Giuseppe Reggiani, Cadelbosco Sopra (RE)
  • Comune di Gattatico
  • Comune di S. Ilario d’Enza
  • Crowdfunding popolare
  • GST snc servizi topografici di Marco Camorani
  • Gruppo Storico Archeologico val d’Enza
  • Italsughero/Fratelli Correggi, Montecchio (RE)
  • Ra. Ga. Ricerca Archeologica Geofisica Applicata

Images

  • file_image[PDF]