logo
  • Poggiarello Renzetti
  • Vetulonia
  •  
  • Italy
  • Tuscany
  • Provincia di Grosseto
  • Castiglione della Pescaia

Credits

  • failed to get markup 'credits_'
  • AIAC_logo logo

Monuments

Periods

  • No period data has been added yet

Chronology

  • 300 BC - 1 BC

Season

    • Between 1985 and 1990, excavations in the locality of Poggiarello Renzetti uncovered a new atrium house (with structural analogies to coeval Pompeian houses such as the _ Domus Stalli Erotis_, the House of Parnassus) of the type known from the Falchi excavations 1895-1896. The occupation phases dated to between the beginning of the 2nd and mid 1st centuries B.C. when the structure was abandoned, probably due to a fire. A fragment from a figured architectural plaque was discovered below the atrium roof collapse. It was part of the series already found in the same place by Falchi and generally ascribed to the decoration of a _naiskos_, a find showing that these plaques were also used in private structures. The plaques have also suggested a new mythological interpretation of the figures (Medea at Corinth). The vivacity of commercial exchange in this period was documented by the presence among the finds of Rhodian amphorae, Spanish pottery, and Sardinian-Punic coins, not previously known at Vetulonia.
    • La campagna di scavo 2017 ha interessato la parte anteriore della struttura abitativa denominata _Domus_ dei _Dolia_ sita nel cuore del quartiere urbano etrusco-romano parzialmente riportato in luce da Isidoro Falchi alla fine dell’800 in loc. Poggiarello Renzetti. A differenza della metà posteriore, costruita a ridosso della collina e conseguentemente conservata per buona parte dell’alzato, la parte anteriore della _domus_, ubicata in una zona piana destinata a coltura agricola, è stata fortemente compromessa dalla costruzione di un muro di terrazzamento che ha “tagliato” in due l’intera unità abitativa e dall’utilizzo dei mezzi meccanici impiegati per l’aratura e l’impianto dell’oliveto. Le operazioni si sono concentrate nei tre punti nevralgici della parte anteriore della struttura, costituiti rispettivamente, da est ad ovest, dalla prosecuzione del tracciato stradale della via lastricata emersa fra la _Domus_ dei _Dolia_ e la contigua _Domus_ “con la cisterna”, dall’articolazione dell’abitazione in ulteriori vani lungo la fronte e dalla disposizione e orientamento del limite stesso di quest’ultima, l’individuazione del quale era funzionale a quella dell’ingresso all’abitazione e della via basolata sulla quale essa veniva ad affacciarsi. - Per quanto concerne la prima area indagata (area O), l’azione di scavo è riuscita ad evidenziare il letto di alloggiamento originario della via basolata ad est della casa e, in particolare, le originarie canalette di scolo poste ai due lati di essa. Lo scavo ha consentito di chiarire ulteriormente il rapporto di sequenza cronologica intercorrente fra l’impianto della strada, con le sue canalette, e il taglio praticato successivamente sul piano lastricato per la realizzazione del profondo canale di deflusso delle acque lungo il muro perimetrale della domus. D’altra parte, l’evidenziazione della spalletta est del canale ha fornito, tramite i materiali rinvenuti, un utile dato post quem per una più puntuale datazione della realizzazione del canale e dell’impianto della domus, in quello che appare il suo assetto monumentale definitivo, in un momento successivo alla fine del IV secolo a.C. - In relazione alla seconda area (area P), localizzabile nel settore est della fronte dell’abitazione, l’indagine archeologica ha rilevato la presenza di un nuovo vano delimitato a sud-ovest da strutture murarie legate ad angolo retto, che ripetono l’orientamento dei muri di delimitazione degli ambienti disposti in sequenza lungo il fondo dell’abitazione, rispondente a quello dell’ultima fase di vita della _domus_. All’interno del vano dell’area P, sono emersi i resti del piano pavimentale in coccio pesto che ha restituito due assi romani della serie della prora e una moneta in argento suberato con la testa di Iuno Sospita sul diritto e, sul _versus_, un toro e la legenda che ne attribuisce l’emissione al triumviro monetale _Lucius Thorius Balbus_, fissandone la cronologia ai primi decenni del I secolo a.C.: una cronologia coerente con quella della plausibile distruzione della _domus_ e dell’intero quartiere abitativo di Poggiarello Renzetti in età sillana, in concomitanza con le azioni di rappresaglia condotte dal console romano all’indomani della vittoria su Mario e sui alleati. Riguardo alla terza area di intervento (area Q), l’azione si è concretata in un saggio finalizzato alla ricerca del muro di delimitazione nord dell’abitazione, individuato a conclusione della campagna di scavo a poca distanza dal nuovo vano dell’area P. A nord di questo muro, doveva correre la strada basolata denominata Via dei Ciclopi che, partendo a perpendicolo dalla Via Decumana, doveva procedere parallela alla Via Ripida in direzione alla via basolata compresa fra la _Domus_ dei _Dolia_ e la _Domus_ “con la cisterna”, disegnando, in sistema con esse, il reticolato urbano entro il quale trovavano spazio i quartieri dell’abitato di età ellenistica di Poggiarello Renzetti.

FOLD&R

    • Massimo De Benetti. 2013. La moneta vetuloniese e la circolazione monetaria tra fine III e II secolo a.C. a Vetulonia (GR). Nuovi dati dagli scavi di Poggiarello Renzetti (1985-1990) . FOLD&R Italy: 291.

Bibliography

    • M. Cygielman, 2010, “Castiglione della Pescaia (GR). Vetulonia. Poggiarello Renzetti”, in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, 5 / 2009,458-462.
    • M. Cygielman, 2011, “Castiglione della Pescaia (GR). Vetulonia. Poggiarello Renzetti”, in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, 6 / 2010, 459-464.
    • B. Aranguren, S.Rafanelli, 2013, “Castiglione della Pescaia (GR). Vetulonia. Poggiarello Renzetti”, in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, 8 / 2012.
    • S.Rafanelli, S.Spiganti, 2016, “Castiglione della Pescaia (GR). Località Vetulonia-Poggiarello Renzetti: la nuova “domus dei dolia”, in Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, 11 / 2015, 486-494.
    • M. Cygielman 1993, Casa privata e decorazione coroplastica: un ciclo mitologico da Vetulonia, in Ostraka II, 2: 369-381.
    • M. Cygielman 2010, Case a Vetulonia, in Etruskisch-italische und römisch-republikanische Häuser, (a cura di M. Bentz-Ch. Reusser), Wiesbaden: 173-181.