logo
  • Palecastro
  • Palecastro
  •  
  • Italy
  • Calabria
  • Provincia di Cosenza
  • Tortora

Credits

  • failed to get markup 'credits_'
  • AIAC_logo logo

Periods

  • No period data has been added yet

Chronology

  • 200 BC - 400 AD
  • 400 BC - 201 BC
  • 550 BC - 450 BC

Season

    • Between 1990 and 2007, excavations on the hill of Palecastro di Tortora investigated large sectors of the Lucanian town of Blanda and the Roman colony of Blanda Iulia, a small centre but the administrative, political and commercial hub of a much vaster territory at the mouth of the river Noce. The site was occupied from the archaic period until the first half of the 5th century A.D. and later became a bishop’s see until at least 743 A.D. The Enotrian phase is documented by residual stratigraphy, the Lucanian phase by the remains of the foundations of houses situated along _plateia_ A on a NE-SW alignment. This latter phase is also represented by several sections of the fortifications running along the edge of the large summit plateau (115 m a.s.l.), enclosing an area of almost 5 ha. Around the mid 1st century B.C., a small forum area was constructed, constituted by a square (27 x 27 m), perfectly orientated with the cardinal points, with buildings on three sides. On the north side there was a row of quadrangular shops/workshops; there was a second row of shops/workshops on the east side, here preceded by a portico of the same depth and by a fountain. The south side was constituted by a long narrow structure with a pillared façade, which had a monumental entrance, facing the square. This building can be interpreted as the basilica; the base of a statue of M. Arrio Clymeno, _duumvir_ of Blanda, abutted one of the columns. The fourth side of the forum was closed by three Italic podium temples (A, B, C). The two largest, B and C, were centred on the square’s east-west axis, while the third, A, smaller and better-preserved, was further south and set back with respect to the façades of the other two. It was perhaps built in a later period, at the time of the deduction of the triumviral colony, which required the construction of an actual Capitolium. A fourth building E, stood at the centre of the square, on a different axis from those on the Capitolium and stratigraphically datable to the mid imperial period, perhaps post mid 2nd century A.D. when the temples and workshops/shops present clear signs of destruction and partial rebuilding probably following an earthquake. A complex system of channels for collecting and draining rainwater into a fountain abutted the eastern portico. The channels were filled with materials datable to within the late 4th /early 5th centuries A.D. West of the forum (C, D, and E), two _insulae_ were almost completely uncovered. They were separated by small roads (crossed by a brick-built underground sewer with a ventilation shaft, built around the mid 1st century A.D.). The roads ran at right angles to the main west-east road and only survived in a bad state of preservation at foundation level, due to the natural erosion of the hill summit. The 2016 excavations investigated part of the unexcavated forum area, in particular the north-eastern and eastern sectors, the area in front of temples B and C. In the south-western part of the forum, in the zone abutting temple A, a workshop/shop was excavated, which faced onto _plateia_ A that entered the forum at this point.
    • L’indagine sul colle del Palecastro di Tortora, in corso dal 1990 al 2007 ed ora dal 2016 sino ad oggi, interessa ampi settori dell’abitato lucano di Blanda e della colonia romana Iulia di Blanda, un centro di piccole dimensioni, fulcro amministrativo, politico e commerciale di un più vasto territorio alla foce del fiume Noce, in vita dall’epoca arcaica sino alla prima metà del V sec. d.C. e poi sede vescovile almeno sino al 743 d.C. La fase enotria e lucana sono documentate la prima da stratigrafie residuali, la seconda da resti di edifici abitativi posti lungo una _plateia_ A oltre che dalle fortificazioni, che corrono sul ciglio del pianoro sommitale, recingendo un’area di 5 ha. Alla metà del I sec. a.C. viene costruito il Foro, con piazza perfettamente orientata, bordata su tre lati da edifici: sui lati nord e sud abbiamo botteghe quadrangolari procedute da portico e una fontana; sul lato sud la Basilica. Sul quarto lato era il _Capitolium_: tre edifici templari di tipo italico su podio (A, B, C). Il terzo, A, più piccolo e meglio conservato, risulta spostato più a Sud ed arretrato rispetto all’allineamento delle fronti degli altri. I tempietti e le botteghe presentano segni evidenti di distruzione e parziale rifacimento in seguito presumibilmente ad un terremoto. Il settore di abitato ad Ovest del Foro (C, D ed E) ha restituito quasi per intero due isolati, separati tra loro da strade minori, ortogonali all’asse principale Ovest-Est. Gli interventi 2016-2017 hanno permesso di indagare parte dell’area del Foro, in specie i settori nord-est ed est, l’area prospiciente i tempietti B e C e di scavare, a ridosso del tempietto A, le fasi enotrie dell’abitato e due piccoli edifici di II-III sec. d.C., affacciati sulla plateia A.
    • L’indagine sul colle del Palecastro di Tortora, in corso dal 1990 al 2007 ed ora dal 2016 sino ad oggi, interessa ampi settori dell’abitato lucano di Blanda e della colonia romana Iulia di Blanda, un centro di piccole dimensioni, fulcro amministrativo, politico e commerciale di un più vasto territorio alla foce del fiume Noce, in vita dall’epoca arcaica sino alla prima metà del V sec. d.C. e poi sede vescovile almeno sino al 743 d.C. La fase enotria e lucana sono documentate la prima da stratigrafie residuali, la seconda da resti di edifici abitativi posti lungo una plateia A oltre che dalle fortificazioni, che corrono sul ciglio del pianoro sommitale, recingendo un’area di 5 ha. Alla metà del I sec. a.C. viene costruito il Foro, con piazza perfettamente orientata, bordata su tre lati da edifici: sui lati nord e sud abbiamo botteghe quadrangolari procedute da portico e una fontana; sul lato sud la Basilica. Sul quarto lato era il Capitolium: tre edifici templari di tipo italico su podio (A, B, C). Il terzo, A, più piccolo e meglio conservato, risulta spostato più a Sud ed arretrato rispetto all’allineamento delle fronti degli altri. I tempietti e le botteghe presentano segni evidenti di distruzione e parziale rifacimento in seguito presumibilmente ad un terremoto. Il settore di abitato ad Ovest del Foro (C, D ed E) ha restituito quasi per intero due isolati, separati tra loro da strade minori, ortogonali all’asse principale Ovest-Est. Gli ultimi interventi 2018 hanno visto, non soltanto l’indagine dei settori nord-est ed est del Foro, ma anche di quello ovest, esterno al cd. Tempio A, dove sono state portate alla luce per la prima volta le fasi enotrie dell’abitato, databili tra metà VI e prima metà V sec. a.C.

FOLD&R

    • Fabrizio Mollo- Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Università degli Studi di Messina, Valentina Casella, Mara Cipriani, Eugenio Donato , Stefano Paderni, Elisa Rizzo, Maria Sergi, Marco Sfacteria, Patrizia Siclari . 2017. Nuove indagini archeologiche nel Foro della città di Blanda (Tortora, Cosenza) (2016): rapporto preliminare . FOLD&R Italy: 378.
    • Fabrizio Mollo- Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Università degli Studi di Messina, V. Casella, G. Calonico , E. Donato, A. Laino , M. Puglisi , E. Rizzo, P. Siclari , M. Sergi , M. Sfacteria. 2018. Le ricerche archeologiche nel Foro di Blanda sul Palecastro di Tortora (CS). Campagna di scavo 2017. FOLD&R Italy: 401.

Bibliography

    • F. Mollo, E. Rizzo, M. Sfacteria, Nuove ricerche nel Foro di Blanda (2016-2017): alcune riflessioni sulla base delle ipotesi ricostruttive, in QuadMess VII, 2018: 75-102.
    • F. Mollo, E. Rizzo, M. Sergi, M. Sfacteria, Le ricerche archeologiche nel Foro di Blanda (Tortora, Cosenza) a cura del Dicam dell’Università degli Studi di Messina, Poster, ACT LVII, Taranto 2017, c.s.
    • G.F. La Torre, F. Mollo (eds.), Il Golfo di Policastro tra Enotri e Lucani: insediamenti, assetto istituzionale, cultura materiale, Atti del Convegno internazionale di Studi. Tortora 25-26 giugno 2016, Soveria Mannelli 2018.
    • F. Mollo, 2018, Nuovi dati di età arcaica dai contesti abitativi indigeni di Tortora e Scalea: gli Enotri del Golfo di Policastro, in Thiasos. Rivista di Archeologia e Architettura Antica, 7.1: 19-60
    • F. Mollo, V. Casella, G. Calonico, E. Donato, A. Laino, M. Puglisi, E. Rizzo, P. Siclari, M. Sergi, M. Sfacteria, 2018, Le ricerche archeologiche nel Foro di Blanda sul Palecastro di Tortora (CS). Campagna di scavo 2017, in Fold&r 401: 1-29.
    • F. Mollo, V. Casella, M. Cipriani, E. Donato, S. Paderni, E. Rizzo, M. Sergi, M. Sfacteria, P. Siclari, 2017, Nuove indagini archeologiche nel Foro della città di Blanda (Tortora, Cosenza) (2016): rapporto preliminare in Fold&r 378: 1-36.
    • G.F. La Torre, 1999, Blanda, Lavinium, Cerillae, Clampetia, Tempsa, Forma Italiae 38, Firenze.
    • G.F. La Torre, 2009, Da Blanda a Temesa: fenomeni di urbanizzazione lungo la fascia tirrenica della Lucania meridionale e del Bruzio settentrionale, in M. Osanna (a cura di), Verso la città. Forme insediative in Lucania e nel mondo italico fra IV e III sec. a.C., Atti delle Giornate di Studio. Venosa, 13-14 maggio 2006, Venosa, p. 181-194.
    • G. F. La Torre, A. Colicelli, 2000, Nella terra degli Enotri. Tortora e la valle del Noce nell’antichità. Atti del Convegno. Tortora 18-19 aprile 1998, Paestum.
    • G. F. La Torre, F. Mollo, 2006, Blanda Julia sul Palecastro di Tortora. Scavi e ricerche (1990-2005), Peloriàs 13, Messina.
    • F. Mollo, 2001, Archeologia per Tortora: frammenti dal passato. Guida della Mostra di Palazzo Casapesenna, Potenza.
    • F. Mollo, 2015,Il Museo di Blanda, Tortora, pp. 1-36.
    • F. Mollo, 2017 Le fortificazioni sul Palecastro di Tortora alla luce delle recenti indagini stratigrafiche (2007), in Centri fortificati indigeni della Calabria dalla protostoria all’età ellenistica. Atti del Convegno Internazionale. Università degli Studi di Napoli Federico II. Dipartimento di Studi Umanistici, Napoli. 16-17 gennaio 2014, sezione Poster: 493-500
    • G.F. La Torre, F. Mollo, c.s., Il Golfo di Policastro tra Enotri e Lucani: insediamenti, assetto istituzionale, cultura materiale, Atti del Convegno internazionale di Studi. Tortora 25-26 giugno 2016.
    • F. Mollo, c.s., Pittori ed officine dalle necropoli lucane di Blanda e della media valle del Noce (Rivello), in La Lucanie entre deux mers. Archeòlogie et Patrimoine. Colloque International. Paris. 5-7 novembre 2015.
    • F. Mollo, c.s., Le fortificazioni di Blanda sul Palecastro di Tortora (CS) e Le fortificazioni sul Palecastro di Tortora alla luce delle recenti indagini stratigrafiche (2007), in Centri fortificati indigeni della Calabria dalla protostoria all’età ellenistica. Atti del Convegno Internazionale. Università degli Studi di Napoli Federico II. Dipartimento di Studi Umanistici, Napoli. 16-17 gennaio 2014, sezione Poster.
    • F. Mollo, c.s., La necropoli lucana di Blanda (Tortora-Cosenza). Poster, in La Lucanie entre deux mers. Archeòlogie et Patrimoine. Colloque International. Paris. 5-7 novembre 2015.
    • F. Mollo, E. Rizzo, M. Sfacteria, c.s., Nuove ricerche nel Foro di Blanda (2016-2017): alcune riflessioni sulla base delle ipotesi ricostruttive, in QuadMess VII, 2017, c.s.
    • F. Mollo, E. Rizzo, M. Sergi, M. Sfacteria, c.s., Le ricerche archeologiche nel Foro di Blanda (Tortora, Cosenza) a cura del Dicam dell’Università degli Studi di Messina, Poster, ACT LVII, Taranto 2017.