logo
  • Villa A di Dragoncello
  • Acilia
  •  
  • Italy
  • Lazio
  • Rome
  • Rome

Credits

  • failed to get markup 'credits_'
  • AIAC_logo logo

Monuments

Periods

  • No period data has been added yet

Chronology

  • 300 BC - 500 AD

Season

    • _Campagne 2016-2017_ Le indagini archeologiche presso la Villa A di Dragoncello, la più antica tra quelle rinvenute nell’area, tra la via Ostiense a S e il Tevere a N, sono state affrontate con due campagne di scavo, la prima avviata a settembre del 2016 (della durata di due mesi) e la seconda a settembre del 2017 (per un ulteriore mese). Durante la campagna del 2016, nell’ottica dello studio dell'edificio, delle sue fasi di vita e del suo inserimento in uno specifico contesto storico-territoriale, si è scelto di intervenire principalmente con il completamento topografico dell’assetto planimetrico della villa, negli ambienti ancora intonsi. Nello specifico, si è deciso di intervenire intorno al peristilio nel suo settore nordoccidentale (Settore A), ancora privo di una mappatura planimetrica completa delle sue strutture e ambienti, e, contemporaneamente, anche nell’area al limite meridionale della villa, già messa in luce durante le ultime campagne di scavo degli anni ’90 (Settore B). Lo scavo stratigrafico eseguito durante la campagna del 2017 si è concentrato esclusivamente sullo sviluppo verso N delle strutture degli ambienti ubicati sul lato settentrionale del peristilio, già rinvenuti durante la campagna di scavo 2016. È stata messa in luce una nuova estensione planimetrica di 341mq che si sommano ai 241mq già indagati per un totale di 582 mq. Uno degli elementi più interessanti nell’ottica dello studio cronologico delle diverse fasi di vita della villa è rappresentato dal ritrovamento, all’interno degli ambienti X, Y e T, di un’area di necropoli (relativa al periodo 4), direttamente impostata sui livelli di crollo (US 126, US 128) delle strutture abitative in questo settore a N del peristilio. Durante questa seconda campagna è stato inoltre scavato per circa la metà della sua estensione un ambiente sotterraneo, denominato V, collocato nell’angolo NE del peristilio e già emerso durante l’ultima settimana della campagna del 2016. Si tratta di un’ampia struttura a planimetria rettangolare che presenta una suddivisione interna in piccole celle, scavate fino al piano di calpestio interno e disposte parallelamente in numero di 12 per ciascuno dei due lati lunghi. Sono in corso approfondimenti per stabilire la funzione di questa interessantissima struttura.
    • The archaeological investigation of Villa A at Dragoncello, the earliest of those found in the area between the via Ostiense to the south and the Tiber to the north, began with two excavation campaigns, in 2016 and in 2017. During the 2016 campaign, the main intervention was the completion of the villa plan through the excavation of the previously unexplored rooms, as part of the overall study of the building, its occupation phases and place within a specific historical-territorial context. More specifically, work took place around the peristyle in the north-western sector (Sector A), and, at the same time, in the area at the villa’s southern edge, already uncovered by the last excavations in the 1990s (Sector B). The 2017 excavation concentrated on the development towards the north of the rooms situated on the peristyle’s north side, identified during the 2016 campaign. A new area of 341 m2 was uncovered, which added to the 241 m2 already investigated makes a total of 582 m2. A necropolis area was identified inside rooms X, Y and T. Dating to period 4, it lay directly on the levels of collapse from the residential structures in this sector north of the peristyle. During this second campaign, about half of an underground structure (V) was excavated. Situated in the north-eastern corner of the peristyle, it was identified in 2016. This large rectangular structure is divided into small cells, excavated down to the internal floor level, arranged in parallel rows of 12 along each of the long sides. 2019 campaign The main focus of this campaign was the geophysical survey prior to excavation along the south and west edges of the villa, in the park area adjacent to private houses. This survey was also extended in the northern zone of the park, previously unexplored, with the aim of checking for the presence of ancient structures. An area of 350 m2 was excavated. Three vats were uncovered in the villa’s production sector, which related to at least three different phases (Sector C) and presented various building techniques. Alongside these structures there were several walls belonging to rooms that were partially excavated in the ‘90s in order to reconstruct the plan of the entire sector. In order to complete the excavation of room V, the remaining subterranean cells in its northern part and the collapsed remains of the structure’s north wall were investigated, for a total of 81 m2. During the excavation particular attention was aimed at identifying an entrance to this subterranean structure on the north side. However, no traces were found suggesting that it was accessed from the upper level via a ladder positioned at the centre or on one of the long sides.

FOLD&R

    • Gloria Olcese - Sapienza - Università di Roma, Xabier Gonzàlez Muro - Università di Bologna, Angelo Pellegrino - già Soprintendenza di Roma – Sede di Ostia. 2017. La villa A di Dragoncello (Acilia): la ripresa degli scavi . FOLD&R Italy: 398.
    • Gloria Olcese - Xabier Gonzàlez Muro - Michele Di Filippo - Angelo Pellegrino - Andrea Razza - Domenico Michele Surace. 2021. Prospezioni geofisiche e scavo della villa A di Dragoncello (Acilia, RM): la campagna del 2019 . FOLD&R Italy: 518.

Bibliography

    • A. Pellegrino, 1984, Scavi a Dragoncello e Casalbernocchi (Acilia), ArchLaz. VI (QuadAEI, 8): 194-198.
    • A. Pellegrino, 1988, Ville rustiche, fattorie ed altri monumenti di età romana nel territorio di Acilia: un problema di musealizzazione ed integrazione con il territorio, in Atti del Primo Seminario di Studi. I siti archeologici, un problema di musealizzazione all’aperto, Roma: 35-40.
    • G. Olcese, C. Coletti, 2016, Ceramiche da contesti repubblicani del territorio di Ostia, Roma.
    • Pellegrino A., Carbonara A., Vittori M.C., Vivarelli M.L., 1993, “Scavo di un edificio rustico e di un sepolcreto di età repubblicana ad Acilia”, in Archeologia Laziale XI: 141-148.
    • A. Pellegrino, 2004, “Il territorio ostiense nella tarda età repubblicana”, in Ostia, Cicero, Gamala, Feasts, & the Economy: 32-46
    • A. Pellegrino, 2001, “I mosaici di alcune ville rustiche del territorio ostiense (Acilia, loc. Dragoncello)”, in Atti del VII Colloquio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico: 233-246.
    • A. Pellegrino, 1988, “Ville rustiche, fattorie ed altri monumenti di età romana nel territorio di Acilia: un problema di musealizzazione ed integrazione con il territorio”, in I siti archeologici, un problema di musealizzazione all’'aperto: 35-40.
    • A. Pellegrino, 1984b, “Due iscrizioni tardo-repubblicane dal territorio di Ostia (Acilia-Dragoncello)”, in Nona Miscellanea Greca e Romana: 155-162.
    • A. Pellegrino, 1984a, “Scavi a Dragoncello e Casalbernocchi (Acilia)”, in Archeologia Laziale VI: 194-198.
    • A. Pellegrino, 1983, “Ville rustiche a Dragoncello (Acilia)”, in Archeologia Laziale V: 76-83.
    • G. Olcese, A. Pellegrino, 2021, Il territorio di Ostia in epoca repubblicana: insediamenti e contesti ceramici alla luce delle ricerche pregresse e recenti”, in Roma medio repubblicana. Dalla conquista di Veio alla battaglia di Zama: 137-149.
    • G. Olcese, X. Gonzalez Muro, A. Pellegrino, A. Razza, D.M. Surace, 2018, “La villa A di Dragoncello (Acilia). Alcuni dati dello scavo e dallo studio dei reperti”, in MEFRA 130-2: 325-340.
    • G. Olcese, X. Gonzalez Muro, A. Pellegrino, 2017, “La villa A di Dragoncello (Acilia): ripresa degli scavi”, in Folder 2017 n. 398.
    • S. Gerlach, A. Pellegrino, 2003, Die Mosaiken aus einer Villa vor den Toren Roms.
    • G. Olcese, C. Coletti, 2016, Ceramiche da contesti repubblicani del territorio di Ostia.