logo
  • Su Mrajani di Monte Casula
  • Casula
  •  

    Credits

    • failed to get markup 'credits_'
    • AIAC_logo logo

    Monuments

    Periods

    • No period data has been added yet

    Chronology

    • 5000 BC - 1400 AD

    Season

      • Le indagini rientrano nel più ampio progetto “Il più antico popolamento nel territorio del Parco Geo-Minerario”, portato avanti nell’ambito della convenzione tra il Centro Interdipartimentale per la Preistoria e Protostoria del Mediterraneo (C.I.P.P.M.) dell'Università di Cagliari ed il Consorzio del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna. Per le indagini nel sito il C.I.P.P.M., nella persona del Direttore, Prof.ssa Giuseppa Tanda, ha ottenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali la concessione quinquennale di scavo dal 2010 al 2014 (Prot. N. 5359 del 16/06/2010). La grotta si trova in una regione di deboli rilievi, a circa 1 km a SW dal Colle del Buon Cammino, che ha restituito a sua volta possibili tracce di frequentazione del Neolitico Antico (Atzeni, E. 1987. La preistoria del Sulcis-Iglesiente. Cagliari). La cavità, ubicata sulla sommità del Monte Casula (297m slm), tra formazioni calcareo dolomitiche del Cambriano medio, è formata da due ambienti comunicanti: il primo (10 x 6m. ca.), si presenta a cielo scoperto, con la volta crollata in antico; il secondo, invece, consiste in una grande sala (12 x 25 m. ca.) con diramazione secondarie e pozzetti. Dal sito, già noto in letteratura, sono provenuti, da recuperi occasionali, vari frammenti fittili decorati a impressioni cardiali, del Neolitico Antico, oltre che reperti di età eneolitica, nuragica, punica, romana e medievale. Nelle annualità 2011, 2012 e 2013 sono stati effettuati interventi di scavo didattico che hanno visto la partecipazione di studenti dell’Università di Cagliari, di Sassari e dell’Università di RomaTre. I materiali sinora rinvenuti consentono di ribadire il quadro cronologico-culturale già evidenziato negli anni passati, che vede un’occupazione continua della cavità, probabilmente per scopi abitativi e funerari, a partire dal Neolitico Antico sino all’età medievale, soprattutto con attestazioni di Cultura Monte Claro e nuragiche.

    FOLD&R

      • Giuseppa Tanda , Marco Serra , Riccardo Cicilloni. 2014. Indagini archeologiche presso la grotta di Su Mrajani di Monte Casula – Iglesias (Sardegna meridionale). Relazione preliminare (campagne 2011-2012-2013) . FOLD&R Italy: 311.

    Bibliography

      • E. Cocco, A. Pani, L. Alba, 1973, Sa grutta de su Mrajani, in Speleologia Sarda 8: 3-7.
      • L. Alba, 1982, Contributo ad un catalogo dei beni archeologici di età preistorica del Comune di Iglesias, Speleologia Sarda 43: 1-10.
      • E. Atzeni, L. Alba, G. Canino (eds.), 2001, La collezione Pistis-Corsi e il patrimonio archeologico del Comune di Iglesias, Iglesias.
      • L. Alba, 2013, La grotta “de su Mrajani” e la grotta di Suddomu a Monte Casula di Iglesias, in Atti della XLIV Riunione Scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria “La Preistoria e la Protostoria della Sardegna”, Cagliari, Barumini, Sassari 23-28 novembre 2009, Vol. IV-Poster, Firenze 2012: 1247-1252.