Fasti Online Home | Switch To Fasti Archaeological Conservation | Survey
logo

Excavation

  • Aiodda
  • Nurallao
  • Aiodda
  • Italy
  • Sardinia
  • South Sardinia
  • Nurallao

Tools

Credits

  • The Italian Database is the result of a collaboration between:

    MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Archeologici),

    ICCD (Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione) and

    AIAC (Associazione Internazionale di Archeologia Classica).

  • AIAC_logo logo

Summary (Italian)

  • Nurallao è un piccolo comune della Sardegna centro-meridionale situato nel Sarcidano, regione che funge da spartiacque tra la piana del Campidano e i territori più interni dell’isola. Nella porzione meridionale del territorio di Nurallao è ubicata la tomba megalitica di Aiodda.

    La sepoltura si caratterizza per la presenza di un’esedra realizzata ad ortostati che incorniciano la frammentaria stele posta al centro dell’emiciclo, sulla quale è ricavato il portello di ingresso quadrangolare. La camera funeraria presenta una planimetria “navetiforme” con sviluppo prevalente orientato secondo la direttrice est-ovest. Lungo il perimetro esterno della tomba si intuiscono i resti di un tumulo di terra atto al contenimento dell’apparecchio murario composto da filari aggettanti. La scoperta della tomba rimonta alla seconda metà degli anni ‘70 del XX secolo. Alla fine dello stesso decennio risale anche l’indagine stratigrafica del monumento, condotta sul campo da E. Atzeni e M. Sanges sotto la direzione di F. Lo Schiavo.

    Le indagini permisero il rinvenimento dei resti osteologici di venti individui e di materiale ceramico e metallico ascrivibile alle fasi antiche e medie dell’età del Bronzo della Sardegna. L’apparecchio murario realizzato in opera ciclopica restituì, in evidente condizione di riuso antico, 16 sculture antropomorfe riconducibili all’Età del Rame. Una di esse si trova ancora in situ mentre le restanti sono oggi esposte presso il Museo Archeologico Nazionale di Sassari. L’intero gruppo mostra prospetto ogivale, sezione piano-convessa e una generalizzata connotazione maschile palesata da incisioni quali il capovolto e il pugnale a lama triangolare.

    Tra gli stilemi simbolico-decorativi che caratterizzano i monoliti, si annoverano anche un misterioso motivo a “V” e un ampio elemento circolare. Nel 2013 è stata avviata una campagna di rilevamento mirata alla verifica delle condizioni strutturali e all’aggiornamento della documentazione grafica relativa al monumento. Contestualmente è stata intrapresa l’indagine archeometrica delle statue menhir di Aiodda

  • Marco Serra - Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali Facoltà di Studi Umanistici, Università degli Studi di Cagliari  

Director

  • Fulvia Lo Schiavo - Soprintendenza dei Beni Archeologici per le Province di Sassari e Nuoro

Team

  • Enrico Atzeni – Università degli Studi di Cagliari

Research Body

  • Soprintendenza Beni Archeologici delle Province di Sassari e Nuoro

Funding Body

  • Soprintendenza Beni Archeologici delle Province di Sassari e Nuoro

Images

  • No files have been added yet